La bellezza perduta


Questo progetto prende spunto da alcuni versi di una poesia di Pablo Neruda dal titolo "Ode alla casa abbandonata".
Nelle fotografie ho ripreso una corte nobiliare in provincia di Reggio Emilia in totale stato di abbandono da molti anni, e oggi diventata ricovero per i nuovi diseredati.
Seppur in grave stato di degrado questa casa padronale riesce ancora a regalare al visitatore intruso la sua bellezza ormai sfiorita, ma ha conservato il suo fascino e l'eleganza di un tempo,percepito ammirando le pareti e i soffitti affrescati con immagini grottesche sbiaditi dall'incuria, oppure salendo la grande scalinata che porta ai piani superiori con i lunghi corridoi laterali immersi nel buio, dove, dalle finestre la luce si insinua illuminando scorci di una vita passata...
"Ode alla casa abbandonata"
"Adesso chiudiamo 
le tue finestre 
e un'oppressiva
notte prematura 
lasciamo insediata 
nelle stanze.
Tutta buia 
tu continui a vivere, 
mentre 
il tempo ti percorre 
e l'umido guasta piano la tua anima."
Pablo Neruda